COSTRUIRE E VIVERE IN SICUREZZA
COSTRUIRE E VIVERE IN SICUREZZA

LE LEGGI ANTISISMICHE

La normativa antisismica riguarda i criteri per costruire una struttura in modo da ridurre la sua tendenza a subire un danno, in seguito ad un evento sismico.

 

La legislazione antisismica dal 1974 a oggi

La legislazione antisismica più recente è essenzialmente basata sull'apparato normativo costituito dalla legge 2 febbraio 1974, n. 64, recante "Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche", che ha integralmente sostituito la legge 25 novembre 1962, n. 1684, e la legge 5 novembre del 1971, n. 1086, recante "Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso e a struttura metallica". - See more at: http://www.exeo.it/evoluzione-della-legislazione-antisismica-in-italia/#sthash.RvTH07pm.dpuf

 

La legislazione antisismica dal 1974 a oggi

La legislazione antisismica più recente è essenzialmente basata sull'apparato normativo costituito dalla legge 2 febbraio 1974, n. 64, recante "Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche", che ha integralmente sostituito la legge 25 novembre 1962, n. 1684, e la legge 5 novembre del 1971, n. 1086, recante "Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso e a struttura metallica". - See more at: http://www.exeo.it/evoluzione-della-legislazione-antisismica-in-italia/#sthash.RvTH07pm.dpuf

La legislazione antisismica dal 1974 a oggi

 

La legislazione antisismica più recente è essenzialmente basata sull'apparato normativo costituito dalla legge 2 febbraio 1974, n. 64, recante "Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche", che ha integralmente sostituito la legge 25 novembre 1962, n. 1684, e la legge 5 novembre del 1971, n. 1086, recante "Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso e a struttura metallica".

Attraverso la legge n. 64, è stata approvata una nuova normativa sismica nazionale che ha stabilito il quadro di riferimento per le modalità di classificazione sismica del territorio nazionale

 

Successivamente, gli studi di carattere sismologico effettuati all'indomani del terremoto del Friuli Venezia Giulia del 1976 e di quello in Irpinia del 1980, svolti all'interno del Progetto finalizzato "Geodinamica" del C.N.R., hanno portato a un notevole aumento delle conoscenze sulla sismicità del territorio nazionale ed hanno consentito la formulazione di una proposta di classificazione sismica presentata dal C.N.R. al Governo, che è stata tradotta in una serie di decreti del Ministero dei lavori pubblici approvati tra il 1980 e il 1984, i quali hanno costituito, pertanto, la classificazione sismica italiana fino all'emanazione dell'ordinanza n. 3274 del 20 marzo 2003. -

Da qui si è poi giunti alle attuali Norme tecniche sulle costruzioni emanate di cui al D.M. infratrutture 10/01/2008 e circolare esplicativa 02/02/2009 n. 617 , le stesse sono in fase di rivisitazione ed a breve vi saranno le nuove norme

La legislazione antisismica dal 1974 a oggi

La legislazione antisismica più recente è essenzialmente basata sull'apparato normativo costituito dalla legge 2 febbraio 1974, n. 64, recante "Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche", che ha integralmente sostituito la legge 25 novembre 1962, n. 1684, e la legge 5 novembre del 1971, n. 1086, recante "Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso e a struttura metallica". - See more at: http://www.exeo.it/evoluzione-della-legislazione-antisismica-in-italia/#sthash.RvTH07pm.dpuf

La legislazione antisismica dal 1974 a oggi

La legislazione antisismica più recente è essenzialmente basata sull'apparato normativo costituito dalla legge 2 febbraio 1974, n. 64, recante "Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche", che ha integralmente sostituito la legge 25 novembre 1962, n. 1684, e la legge 5 novembre del 1971, n. 1086, recante "Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso e a struttura metallica".
- See more at: http://www.exeo.it/evoluzione-della-legislazione-antisismica-in-italia/#sthash.CedGf6Lh.dpuf

La legislazione antisismica dal 1974 a oggi

La legislazione antisismica più recente è essenzialmente basata sull'apparato normativo costituito dalla legge 2 febbraio 1974, n. 64, recante "Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche", che ha integralmente sostituito la legge 25 novembre 1962, n. 1684, e la legge 5 novembre del 1971, n. 1086, recante "Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso e a struttura metallica".
- See more at: http://www.exeo.it/evoluzione-della-legislazione-antisismica-in-italia/#sthash.CedGf6Lh.dpuf

La legislazione antisismica dal 1974 a oggi

La legislazione antisismica più recente è essenzialmente basata sull'apparato normativo costituito dalla legge 2 febbraio 1974, n. 64, recante "Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche", che ha integralmente sostituito la legge 25 novembre 1962, n. 1684, e la legge 5 novembre del 1971, n. 1086, recante "Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso e a struttura metallica".
- See more at: http://www.exeo.it/evoluzione-della-legislazione-antisismica-in-italia/#sthash.CedGf6Lh.dpuf

La legislazione antisismica dal 1974 a oggi

La legislazione antisismica più recente è essenzialmente basata sull'apparato normativo costituito dalla legge 2 febbraio 1974, n. 64, recante "Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche", che ha integralmente sostituito la legge 25 novembre 1962, n. 1684, e la legge 5 novembre del 1971, n. 1086, recante "Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso e a struttura metallica".
- See more at: http://www.exeo.it/evoluzione-della-legislazione-antisismica-in-italia/#sthash.KDTHFqaW.dpuf

La legislazione antisismica dal 1974 a oggi

La legislazione antisismica più recente è essenzialmente basata sull'apparato normativo costituito dalla legge 2 febbraio 1974, n. 64, recante "Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche", che ha integralmente sostituito la legge 25 novembre 1962, n. 1684, e la legge 5 novembre del 1971, n. 1086, recante "Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso e a struttura metallica".
- See more at: http://www.exeo.it/evoluzione-della-legislazione-antisismica-in-italia/#sthash.CedGf6Lh.dpuf

La legislazione antisismica dal 1974 a oggi

La legislazione antisismica più recente è essenzialmente basata sull'apparato normativo costituito dalla legge 2 febbraio 1974, n. 64, recante "Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche", che ha integralmente sostituito la legge 25 novembre 1962, n. 1684, e la legge 5 novembre del 1971, n. 1086, recante "Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso e a struttura metallica".
- See more at: http://www.exeo.it/evoluzione-della-legislazione-antisismica-in-italia/#sthash.CedGf6Lh.dpuf

La legislazione antisismica dal 1974 a oggi

La legislazione antisismica più recente è essenzialmente basata sull'apparato normativo costituito dalla legge 2 febbraio 1974, n. 64, recante "Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche", che ha integralmente sostituito la legge 25 novembre 1962, n. 1684, e la legge 5 novembre del 1971, n. 1086, recante "Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso e a struttura metallica".
- See more at: http://www.exeo.it/evoluzione-della-legislazione-antisismica-in-italia/#sthash.KDTHFqaW.dpuf

La legislazione antisismica dal 1974 a oggi

La legislazione antisismica più recente è essenzialmente basata sull'apparato normativo costituito dalla legge 2 febbraio 1974, n. 64, recante "Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche", che ha integralmente sostituito la legge 25 novembre 1962, n. 1684, e la legge 5 novembre del 1971, n. 1086, recante "Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso e a struttura metallica".
- See more at: http://www.exeo.it/evoluzione-della-legislazione-antisismica-in-italia/#sthash.KDTHFqaW.dpuf

 

L'evoluzione della legislazione antisismica dal disastro di Messina del 1908 alla legge n. 1684 del novembre 1962

A seguito del disastroso terremoto che colpì lo stretto di Messina nel 1908, ebbe inizio un'abbondante legislazione in materia di edilizia antisismica indirizzata, almeno inizialmente, esclusivamente ai territori già colpiti da eventi sismici importanti.

Il R.d. 18 aprile 1909, n 193 aprì, di fatto, il walzer normativo; gli aspetti trattati riguardavano essenzialmente i criteri di scelta dei siti edificabili, le altezze massime e il numero dei piani degli edifici, alcune prescrizioni urbanistiche, oltre ad una serie d'indicazioni sull'idoneità dei sistemi costruttivi, sulle regole del buon costruire e su alcune prescrizioni inerenti i calcoli di stabilità.

In particolare, le azioni del moto ondulatorio dovevano essere simulate da forze orizzontali applicate alle masse del fabbricato nelle due direzioni, calcolate sapendo che i rapporti tra le forze applicate e le masse dovevano essere convenzionalmente uguali a un ottavo per il piano terreno (0,125) e a un sesto per i piani superiori (0,16). Il moto sussultorio era considerato aumentando del 50% le azioni statiche.

Il 23 ottobre ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...anato il R.d.l. n. 2089, che sancì, tra le altre cose, il fatto che i calcoli dovevano essere firmati esclusivamente da un ingegnere e furono introdotte alcune prescrizioni circa le «dimensioni delle membrature dell'ossatura per gli edifici di comune abitazione».

Col R.d. 13 marzo 1927, n. 431 le località colpite dai terremoti furono distinte in due categorie, per le quali erano riservate delle prescrizioni specifiche anche per le azioni di progetto. Uscirono anche alcune regole sul dimensionamento delle armature, ma col R.d.l. del 23 marzo 1935, n. 640 "Norme Tecniche di edilizia con speciali prescrizioni per le località colpite dai terremoti" fu reso evidente un nuovo quadro normativo che costrinse le amministrazioni locali ad adottare regolamenti edilizi che specificassero le regole del buon costruire, in relazione anche ai materiali e ai sistemi costruttivi tipici dei rispettivi territori. - See more at: http://www.exeo.it/evoluzione-della-legislazione-antisismica-in-italia/#sthash.bDrpJs5w.dpuf

L'evoluzione della legislazione antisismica dal disastro di Messina del 1908 alla legge n. 1684 del novembre 1962

A seguito del disastroso terremoto che colpì lo stretto di Messina nel 1908, ebbe inizio un'abbondante legislazione in materia di edilizia antisismica indirizzata, almeno inizialmente, esclusivamente ai territori già colpiti da eventi sismici importanti.

Il R.d. 18 aprile 1909, n 193 aprì, di fatto, il walzer normativo; gli aspetti trattati riguardavano essenzialmente i criteri di scelta dei siti edificabili, le altezze massime e il numero dei piani degli edifici, alcune prescrizioni urbanistiche, oltre ad una serie d'indicazioni sull'idoneità dei sistemi costruttivi, sulle regole del buon costruire e su alcune prescrizioni inerenti i calcoli di stabilità.

In particolare, le azioni del moto ondulatorio dovevano essere simulate da forze orizzontali applicate alle masse del fabbricato nelle due direzioni, calcolate sapendo che i rapporti tra le forze applicate e le masse dovevano essere convenzionalmente uguali a un ottavo per il piano terreno (0,125) e a un sesto per i piani superiori (0,16). Il moto sussultorio era considerato aumentando del 50% le azioni statiche.

Il 23 ottobre ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...anato il R.d.l. n. 2089, che sancì, tra le altre cose, il fatto che i calcoli dovevano essere firmati esclusivamente da un ingegnere e furono introdotte alcune prescrizioni circa le «dimensioni delle membrature dell'ossatura per gli edifici di comune abitazione».

Col R.d. 13 marzo 1927, n. 431 le località colpite dai terremoti furono distinte in due categorie, per le quali erano riservate delle prescrizioni specifiche anche per le azioni di progetto. Uscirono anche alcune regole sul dimensionamento delle armature, ma col R.d.l. del 23 marzo 1935, n. 640 "Norme Tecniche di edilizia con speciali prescrizioni per le località colpite dai terremoti" fu reso evidente un nuovo quadro normativo che costrinse le amministrazioni locali ad adottare regolamenti edilizi che specificassero le regole del buon costruire, in relazione anche ai materiali e ai sistemi costruttivi tipici dei rispettivi territori. - See more at: http://www.exeo.it/evoluzione-della-legislazione-antisismica-in-italia/#sthash.bDrpJs5w.dpuf

studio tecnico ingg. Iannicelli - Via Velia 34-84028 Salerno -3208409587-ing.ciroiannicelli@libero.it

STUDIO TECNICO IANNICELLI *****************INGEGNERIA

E

SICUREZZA

*****************

Via Velia, 34 84025 -Salerno-

089/9958894 

320/8409587

320/7240407

*****************

 

studiotecnicoiannicelli@gmail.com

 

 

 

    SISMA BONUS

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Ingg.Ciro e Nadia Iannicelli studio professionale via Velia, 34 84025 SALERNO cell 3208409587 mail ing.ciroiannicelli@libero.it- ing.nadiaiannicelli@gmail.com